Il cognome Rossetto

L’uso del cognome per distinguere le famiglie risale ai tempi degli antichi romani. Ai tempi della Repubblica di Roma, i liberi e i patrizi usavano il “tria nomina”, così composto: ‘prænomem’ = nome proprio + nomen = cognome odierno + cognomen = soprannome usato per un solo soggetto o per un ramo della sua famiglia.
Dopo il V secolo si diffuse maggiormente il vezzo di usare soprannomi in vece dei cognomi. I soprannomi venivano dati per una caratteristica fisica, oppure a seconda della località di provenienza, o ancora per il lavoro che si svolgeva.
Il Concilio di Trento nel 1564 dispose l’obbligo ai parroci di tenere un registro per i battesimi con nome e cognome e di redigere gli stati di famiglia. Così l’uso del cognome si diffuse anche tra i ceti sociali più bassi. I cognomi in Italia provengono da tre fonti:
– 40% onomastica (da nomi propri di persona)
– 35% toponomastica (nomi comuni o generici o propri di luogo)
– 25% soprannomi.

Da dove proviene il cognome Rossetto?
I dati portano in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, con ceppi secondari in Piemonte, nel latinense ed un ceppo autonomo nel Salento, dovrebbe derivare dal nome medioevale Rossetto, l’origine di questo nome è da ritenersi legata alla caratteristica della colorazione dei capelli o della carnagione della famiglia originaria, già presso i romani questa caratteristica aveva originato il cognomen latino Rossius, in alcuni casi si può anche ipotizzare una derivazione diretta, o tramite forme ipocoristiche, anche dialettali, da questo cognomen, portato forse dal capostipite.
Il cognome non ha alcun collegamento col toponimo Rosà (VI) (roggia).
Se analizziamo i due cognomi oggi più diffusi in Italia, notiamo che indicano proprio una caratteristica fisica, e perdipiù identica: si tratta di Rossi e Russo, derivati dal latino rubius (rosso), a cui si aggiungono le varianti Rosso, Rossa, Russi, de Rossi, De Russi, Ruggiu, Ruiu, Rubiu, Lorusso e Lo Russo, Larussa e La Russa, oltre alle derivazioni Rosselli, Rossella, Rossellini, Rossetto, Rossettini, Rossotti, Russetti, Russiani, e Russian: sono tutti cognomi attribuiti in origine a qualcuno rosso di capelli o di barba.
La diffusione dei capelli rossi nelle popolazioni celtiche preromane era notevole e anche presso i latini troviamo molti personaggi con i capelli di questo colore, uno per tutti il famosissimo Silla, quello del celebre antagonismo con il pluriconsole romano Mario.

La diffusione in Italia

rossetto diffusione cognome italia
Il Veneto è la regione in cui il cognome è diffuso, in particolare Padova:
rossetto diffusione cognome veneto

Oltre che nel capoluogo, la maggior densità del cognome si rileva nei comuni di:
Limena, Trebaseleghe e San Giorgio in Bosco.
rossetto diffusione cognome padova

Diffusione nel mondo
La grande diffusione del cognome in Brasile ed Argentina testimonia il fenomeno dell’emigrazione che, nei primi anni del 1800, ha spopolato le campagne venete.
rossetto diffusione cognome mondo
rossetto diffusione cognome mondo tabella