L’emigrazione in Francia di Rossetto Giuseppe (1930-1939)

Hauts-de-France_in_France_2016.svg
Dopo aver perso il raccolto a causa di una grandinata, mio nonno Giuseppe è emigrato per lavoro in Francia verso il 1930 al fine di poter finire di pagare alcune somme legate all’eredità, che avevano portato ad ipotecare la casa.

L’ultima foto di mio nonno, quella che mia nonna teneva sul comodino, fatta poco prima di partire:
Rossetto Giuseppe ultima fotoPer qualche tempo, dal 1931 al 1939, mia nonna Albina ha ricevuto rimesse in denaro e lettere, poi più nulla. I figli hanno sempre fatto ricerche senza alcun esito.
Da alcune lettere (anno 1932) in nostro possesso, sappiamo che ha lavorato come contadino nel Nord della Francia, nel paese di Busigny di Maretz.

Buttry di Maretz [ Link a GoogleMaps ]
buttry_00
l’indirizzo corrisponde ad una località isolata, composta di una sola casa:
buttry_03

Nel 1939 ha scritto in una lettera a mia nonna, che il suo “padrone” lo inviava a preparare il terreno per la semina in quanto avrebbe venduto tutto e si sarebbero trasferiti verso la Somme.

rossetto busigny nodata trasferimento Somme
Ti faccio sapere che in breve il mio padrone e famiglia cambia di campagna e facilmente se ne vanno nelle Somme e qui vende tutto e mi ha domandato se io voglio andare con loro ed io gli ho detto di si così non so quando partiremo io sono il primo che parte con i cavalli per andare arare laggiù.

Qualche mese dopo, nel maggio 1940 i tedeschi invadono la Francia.

1940 invasione tedesca

E comincia l’exode del 1940:
refugiès 1940

Da allora non abbiamo avuto più notizie, fino a …..
carta francia 1940
ma questa è una nuova storia….